Servizio di Prevenzione e Protezione
Definizione di rischio chimico
La presenza in ambiente lavorativo di sostanze chimiche rappresenta genericamente, com’è noto, un fattore di rischio sia per la sicurezza che per la salute degli operatori. L’importanza dell’argomento impone quindi la sua trattazione specifica in questa sede. Il D.Lgs. n. 81/08 (il cosiddetto Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) impone, fra l’altro, la valutazione specifica del “rischio chimico”, definendo in particolare:
  • agenti chimici: tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, siano essi prodotti intenzionalmente o no e siano immessi o no sul mercato;
  • pericolo: la proprietà intrinseca di un agente chimico di poter produrre effetti nocivi;
  • rischio: la probabilità che si raggiunga il potenziale nocivo nelle condizioni di utilizzazione o esposizione.

I nostri servizi sono mirati alla valutazione del rischio chimico utilizzando algoritmi riconosciuti dagli Organismi di Viglilanza: ASL, AST.

X